Profezia: Eruzione del Vesuvio di Pompei

L'eruzione del Vesuvio di Napoli del 1794 con la processione dell'Immacolata

Messaggio del 18/12/2002

Durante la celebrazione eucaristica mi fu rivolta la parola dal Signore: VESUVIO.
Chiesi al Signore il significato di questa parola di conoscenza e subito fui rapito in estasi. Vidi una grande esplosione proveniente dalla bocca del Vesuvio il cui fuoco raggiungeva e copriva tutte le case che circondavano le sue pendici. Chiesi al Signore il significato della visione ed Egli mi rispose: Figlio mio la visione che ti ho appena mostrato sta a simboleggiare il primo squillo delle sette trombe dell'apocalisse di San Giovanni Apostolo. Molto presto sentirete la mia voce come un tuono prima del lampo che va a squarciare la bocca del Vesuvio, allora capirete che Io il Signore dell'universo sto per castigare l'umanità. Pregate, pregate molto, perché con la vostra preghiera salverete l'intera umanità.

La prima tromba

Apocalisse - 8, 1- 7

Quando l'Agnello aprì il settimo sigillo, si fece silenzio in cielo per circa mezz'ora. Vidi che ai sette angeli ritti davanti a Dio furono date sette trombe. Poi venne un altro angelo e si fermò all'altare, reggendo un incensiere d'oro. Gli furono dati molti profumi perché li offrisse insieme con le preghiere di tutti i santi bruciandoli sull'altare d'oro, posto davanti al trono. E dalla mano dell'angelo il fumo degli aromi salì davanti a Dio, insieme con le preghiere dei santi. Poi l'angelo prese l'incensiere, lo riempì del fuoco preso dall'altare e lo gettò sulla terra: ne seguirono scoppi di tuono, clamori, fulmini e scosse di terremoto. I sette angeli che avevano le sette trombe si accinsero a suonarle. Appena il primo suonò la tromba, grandine e fuoco mescolati a sangue scrosciarono sulla terra. Un terzo della terra fu arso, un terzo degli alberi andò bruciato e ogni erba verde si seccò.

HOME-PAGE