Non di solo pane vive l'uomo,
                         ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio
" Il Signore è il mio pastore:non manco di nulla; su pascoli erbosi mi fa riposare"

MESSAGGI DELLA MADONNA

   MESSAGGI DEL 2001
   MESSAGGI DEL 2002
   MESSAGGI DEL 2003
   MESSAGGI DEL 2004
   MESSAGGI DEL 2005
   MESSAGGI DEL 2006
   Chi è il nostro Santo
   Santuario di San Lazzaro
   Storia della Città di Capua
   La beata Teresa Musco
   Grazie Ricevute

Demonologia

   Questioni di demonologia
   Chi sono gli Angeli?
   Chi è il Demonio?
   Infestazione Diabolica
   II Diavolo Dimenticato
   Possessione Diabolica
   Maleficio o Maledizione
   II malocchio esiste
   Satana Esiste

Lotta contro Satana

   Il Rito degli Esoscismi
   Sacramenti e Sacramentali
   Cerca Esorcisti
   Esorcismo di Leone XIII
   Esorcismo di San Benedetto
   La Lotta contro il Male
   Preghiere di liberazione
   Guardatevi dal Demonio ( 1)
   Azione straordinaria di Satana

Padre Gabriele Amorth

    Amorth: Video di Esorcismi
    Esorcisti e Pisichiatra
    Nuovi Racconti di un Esorcista
    Un esorcista Racconta
   Don Gabriele amorth
   Esorcista padre Amorth
   Coroncina Angelica
   Esorcisti Diocesani
   Esorcisti Laici Cristiani

Carismi Straordinari

   Carismi dei Laici Cristiani
   Doni dello Spirito Santo
   II Peccato contro lo Spirito
   Discernimento degli Spiriti
   Attenzione alla Bibliomanzia

Scrivi la tua Preghiera

Leggi le tue Preghiere

libro

Contatta la Direzione

Scrivi alla Madonna

 

MESSAGGI DELLA MADONNA  

Invia una Preghiera alla Madonna

Diffondi anche tu il Santo Rosario della Madonna

Papa Giovanni Paolo II

Ultimo Papa

Il Mistero del Tredici  

Con il soffio dello Sprito Santo si chiude il Vangelo

1) IL 13 Maggio il Papa viene ferito da Ali’ Agca in piazza San Pietro

2) Wojtyla è il 264°Papa 2+6+4=12.Simbolo che Giovanni Paolo II ultimo Papa di questa generazione

3) Tempo di Pontificato 26 anni e 5 mesi dove (2+6+5) dà come somma il 13

4) Papa Wojtyla Il 13 gennaio 1964 fu nominato Arcivescovo di Cracovia da Paolo VI

5) Il Santo Padre è morto all'età di "85" anni (8+5) costituisce ancora una volta il numero 13

6) Il giorno della sua morte “02-04-2005” (2+4+2+5) costituisce nella somma numerica il numero 13

7) L’ora della sua morte “21 e 37” ( 2+1+3+7) costituisce nella somma numerica anch’essa il numero 13

 

Apocalisse di Gesù Cristo

   Video Gesù e gli Esseni
   Apocalisse di San Giovanni
   L'ultima cena di Gesù Cristo
   La Passione di Cristo
   Apostoli degli ultimi tempi

Apocalisse degli ultimi tempi

   L'Agnello Apre i sette Sigilli
   Escatologia di Matteo
   Anniversario delle torri Gemelli
   Guerra in Iraq
   Maremoto nell'oceano Indiano
   Uragano Katrina
   II Giudizio di Dio è Prossimo
   Venuta intermedia di Gesù
   La Grande tribolazione
   Guerra escatologica

Profezie degli ultimi tempi

   Fatima: il mistero del 13
   Allineamento dei Pianeti
   La Cometa di Hale-Bopp
   Profezia: Eruzione Vesuvio

Preghiere a Gesù e Maria

   La Sacra Bibbia
   I Dieci Comandamentii
   Le mie Preghiere
   Preghiere alla madonna
   Preghiere Mariane
   II Santo Rosario del Papa
   Atto di consacrazione
   Preghiera del Perdono
   Divina Misericordia

Apparizioni della Madonna

   Dogmi Mariani
   Santuari Mariani  
   Apparizioni Mariane
   Madonna di Loreto
   La Madonna di Fatima
   Madonna di Lourdes

La Bibbia e l'aldilà

   Paradiso
   Purgatorio
   Inferno
   Le Anime del Purgatorio
   Il Battesimo dei bambini non nati

Telefono anti-Sette 

Telefono antiplagio

Abusi sui Minori

Sat 2000

 Link Amici  

Scambio Banner

Gruppo di preghiera Regina degli ultimi tempi.Via S.Tammaro Parco delle rose scala B 81043 Capua (CE)mail

Invia una Preghiera

  Copyright 2006 www.verginedegliultimitempi.com - All Rights Reserved!

MESSAGGI DELLA MADONNA DI FATIMA

MARIA è nata dalla mente di Dio come creatura dal cuore immacolato per vincere il male del mondo. La sua missione comincia come Madre di Gesù, Uomo-Dio (Annunciazione), continua come madre della Chiesa (Pentecoste) si conclude come donna vestita di sole (Apocalisse).Su queste verità evangeliche ha posto le sue fondamenta la Chiesa militante. La Vergine Maria, ancorché assunta in Cielo corpo e anima, non ha mai abbandonato la missione per la quale è stata scelta. Oggi, attraverso le sue apparizioni parla ai suoi figli col fine di condurli nella Nuova Gerusalemme. Molti avvenimenti di Maria sono contraddistinti dal numero 13 ( tredici) Questo numero, finora pieno di mistero, trova la sua collocazione nelle tappe più significative della sua vita terrena e nella vita della Chiesa. Alcune sono storicamente note (vedi apparizioni di Fatima) altre sono state rivelate ad Antonio. In definitiva il numero tredici nelle sue tappe cronologiche svela anche il calendario mistico (di Dio) del regno millennio di pace. Per meglio comprendere il mistero del "13 " si riportano di seguito gli avvenimenti in ordine cronologico di successione riferiti al Vangelo, agli avvenimenti storici, ed alle rivelazioni già contenute in queste sito.

PRIMA RIVELAZIONE

LA VERGINE MARIA VIENE SCELTA COME MADRE DI CRISTO E DELLA CHIESA

“ANNUNCIAZIONE”

Luca 1, 26-56

“Nel sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: "Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te". A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. L'angelo le disse: "Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù”.

SECONDA RIVELAZIONE

GESU' CHIAMANDO A SE' I DODICI DISCEPOLI SCEGLIE I PRIMI APOSTOLI CHE FORMERANNO LA CHIESA

( 13 persone su cui si baserà la missione della Chiesa)

LA MISSIONE DEI DODICI

(Matteo 10, 1- 26) Gesù chiama a sé i 12 discepoli.

Chiamati a sé i 12 dodici discepoli diede loro il potere di scacciare gli spiriti immondi e di guarire ogni sorta di malattie e d'infermità.I nomi dei dodici apostoli sono: primo, Simone, chiamato Pietro, e Andrea, suo fratello; Giacomo di Zebedèo e Giovanni suo fratello, Filippo e Bartolomeo, Tommaso e Matteo il pubblicano, Giacomo di Alfeo e Taddeo, Simone il Cananeo e Giuda l'Iscariota, che poi lo tradì”.

TERZA RIVELAZIONE

LA CHIESA NASCE CON L'ULTIMA CENA E CON L'ISTITUZIONE DELL'EUCARISTIA

(Ancora una volta sono in 13 nel momento in cui nasce la Chiesa)

Marco 14, 22-25 "Mentre mangiavano prese il pane e, pronunziata la benedizione, lo spezzò e lo diede loro, dicendo: "Prendete, questo è il mio corpo". 23Poi prese il calice e rese grazie, lo diede loro e ne bevvero tutti. 24E disse: "Questo è il mio sangue, il sangue dell'alleanza versato per molti. 25In verità vi dico che io non berrò più del frutto della vite fino al giorno in cui lo berrò nuovo nel regno di Dio".

QUARTA RIVELAZIONE

LA VERGINE MARIA CON I DODICI DIVENTA MADRE DELLA CHIESA UNIVERSALE

PENTECOSTE

(ancora una volta i discepoli sono nel cenacolo in 13 con Maria che in questo momento ha preso il posto di Gesù)

Atti degli Apostoli 2, 1- 21 “ La Vergine Maria e i 12 discepoli riuniti nel cenacolo furono riempiti di Spirito Santo”.

QUINTA RIVELAZIONE

A FATIMA LA VERGINE MARIA ANNUNCIA L'INIZIO DEL REGNO MILLENARIO DI PACE CON LE APPARIZIONI CHE AVVENGONO IL “13” DI OGNI MESE.

LE APPARIZIONI

Le apparizioni della Vergine Maria avvennero dal 13 Maggio al 13 Ottobre del 1917. Tre pastorelli furono testimoni delle apparizioni della Beata Vergine a Fatima: i fratellini Francesco e Giacinta e Lucia loro cuginetta.

Prima apparizione

Il 13 Maggio 1917 i bambini avevano portato le pecore alla Cova d'Iria, stavano giocando quando nel cielo senza nuvole apparve un bagliore come un lampo. Pensando che fosse in arrivo un temporale riunirono il gregge, ma ci fu un secondo chiarore e lì sopra un piccolo leccio videro "una Signora vestita di bianco più splendente del sole, che emanava una luce chiara ed intensa." La bella Signora disse: "Non abbiate paura, non voglio farvi del male." Lucia domandò: "Da dove venite?" "Vengo dal Cielo" rispose la Signora. Lucia: "Che cosa desiderate?" "Sono venuta a chiedervi che veniate qui, sei mesi di seguito. Poi vi dirò chi sono e che cosa voglio." Lucia: "Venite dal Cielo...e io andrò in Cielo?" "Si andrai". "E giacinta?" "Anche" "E Francesco?" "Anche lui , ma dovrà recitare molti rosari". Infine la Madonna chiese: "Volete offrirvi a Dio, disposti ad accettare tutte le sofferenze che Egli vi manderà, in atto di riparazione per i peccati con cui è offeso e di supplica per la conversione dei peccatori?" "Sì, vogliamo." "Dovrete soffrire molto, ma la grazia di Dio sarà il vostro conforto." Quindi aprì le mani con un gesto amoroso di madre che offre il suo cuore. Da esso partiva una luce intensa che raggiungeva i ragazzi. La visione si dileguò dicendo: "Recitate il rosario tutti i giorni per ottenere la pace per il mondo e la fine della guerra." E scomparve.

Seconda apparizione

Il 13 Giugno 1917, accompagnati da una cinquantina di persone i bambini stavano recitando il rosario, quando ci fu di nuovo il lampo, e subito dopo la Signora sull'elce come a Maggio. "Cosa vuole da me?" domandò Lucia. "Voglio che veniate qui il 13 del prossimo mese; che diciate il Rosario tutti i giorni e che impariate a leggere. In seguito vi dirò che cosa altro voglio". "Vorrei chiederle di portarci in cielo", disse Lucia. "Sì, Giacinta e Francesco li porterò tra poco, tu però devi rimanere quaggiù più a lungo. Gesù vuole servirsi di te per farmi conoscere ed amare. Egli vuole stabilire nel mondo la devozione al mio Cuore Immacolato; a chi la praticherà prometto la salvezza; queste anime saranno predilette da Dio, e come fiori saranno collocati da Me dinanzi al Suo trono". Domandò Lucia:"Resterò qui sola?", "Non ti scoraggiare: io non ti abbandonerò mai. Il mio Cuore Immacolato sarà il tuo rifugio e la via che ti condurrà a Dio". Quindi aprì le mani e emanò quella luce sui bambini, Giacinta e Francesco sembravano stare nella luce che si alzava verso il cielo, Lucia in quella che si diffondeva sulla terra. Davanti al palmo della mano destra della Signora c'era un cuore circondato di spine che lo trafiggevano. Capirono che era il Cuore Immacolato di Maria oltraggiato dai peccati degli uomini, e Lei quindi chiedeva riparazione.

Terza apparizione

Il 13 Luglio 1917 recitavano il rosario con la folla, videro il solito riflesso di luce e poi la Signora sull'elce. Lucia chiese: "Cosa vuole da me?" Rispose: "Che veniate qui il 13 del prossimo mese, che continuiate a recitare il Rosario tutti i giorni alla Madonna del Rosario per ottenere la pace nel mondo e la fine della guerra, perché soltanto Lei vi potrà soccorrere". "Vorrei chiederle di dirci chi è e di fare un miracolo perché credano tutti che Lei ci appare". "Continuate a venire qui. A Ottobre dirò chi sono, quel che voglio e farò un miracolo che tutti possano vedere per credere. Sacrificatevi per i peccatori, e dite spesso, specialmente facendo qualche sacrificio: O Gesù, è per vostro amore, per la conversione dei peccatori e in riparazione dei peccati commessi contro il Cuore Immacolato di Maria". A queste parole aprì di nuovo le mani e il riflesso di luce sembrò penetrare la terra, i bambini ebbero la visione dell'inferno, spaventati alzarono gli occhi all Signora che disse: "Avete visto l'inferno, dove cadono le anime dei poveri peccatori. Per salvarle Dio vuole stabilire nel mondo la devozione al Mio Cuore Immacolato, se faranno quel che vi dirò molte anime si salveranno e ci sarà la pace". Poi aggiunse: " Se i miei desideri saranno ascoltati la Russia si convertirà e visarà pace, se no la Russia espanderà i suoi errori nel mondo, porterà a delle nuove guerre e alla persecuzione della Chiesa, i buoni saranno martirizzati e il Santo Padre soffrirà molto; alcune nazioni scompariranno. Ma alla fine il Mio Cuore Immacolato trionferà. Il Santo Padre mi consacrerà la Russia e essa sarà convertita e il mondo godrà un periodo di pace. In Portogallo la fede sarà preservata". "Volete imparare una preghiera?" "Sì vogliamo!". "Quando recitate il Rosario, dite alla fine di ogni decina: O Gesù, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell'inferno, porta in cielo tutte le anime specialmente le più bisognose della tua misericordia".

Quarta apparizione

In Agosto i bambini furono impediti dalle autorità civili anti-ecclesiastiche di andare all'incontro del 13 in cui si era radunata una folla immensa. I bambini per due giorni furono rinchiusi e minacciati di torture per farli smentire ma essi non cedettero, erano pronti ad offrire la loro vita per non tradire le promesse fatte alla Madonna. Così furono rilasciati. Il 19 Agosto mentre pascolavano il gregge in un luogo chiamato Valinhos videro la Signora sopra un' elce. "Cosa volete da me?" disse Lucia. "Voglio che continuiate ad andare alla Cova da Iria il 13, che continuiate a dire il Rosario tutti i giorni. Nell'ultimo mese farò il miracolo affinché tutti credano". Poi con un aspetto più triste disse: "Pregate, pregate molto e fate sacrifici per i peccatori. Badate che molte anime vanno all'inferno perché non vi è nessuno che preghi per loro".

Quinta apparizione

Il 13 Settembre circa 30.000 persone li accompagnarono alla Cova da Iria e lì recitarono il Rosario, poco dopo apparve la Signora sull'elce. "Voglio che veniate qui il 13 Ottobre e che continuiate a recitare il Rosario per ottenere la fine della guerra. In Ottobre verrà anche il Signore, la Madonna addolorata, la Madonna del Carmine, San Giuseppe con Gesù bambino, per benedire il mondo. Dio è contento dei vostri sacrifici non vuole che dormiate con la corda ai fianchi, usatela solo durante il giorno".

Sesta e ultima apparizione

Il 13 Ottobre 1917 i bambini erano circondati da una folla di 70.000 persone sotto una pioggia torrenziale, lucia chiese di nuovo alla Signora: "Cosa volete da me?" , rispose: "Sono la Madonna del Rosario, desidero che qui si costruisca una cappella in mio onore, che si continui a recitare il Rosario tutti i giorni. La guerra finirà." Poi Lucia disse: "Vorrei chiederle molte grazie, le esaudirete?". "Alcune sì, altre no. E' necessario che chiedano perdono per i loro peccati, che non offendano più Dio nostro Signore che è già troppo offeso". "Volete altro da me?". "Non voglio più niente". Quindi aprì di nuovo le mani e lanciò un raggio di luce in direzione del sole, così Lucia gridò che guardassero il sole. A questo punto accadde il segno promesso, Lucia gridò di guardare il sole, la pioggia cessa improvvisamente ed appare un insolito sole lucente ma non abbagliante. Il sole comincia a girare su se stesso proiettando in ogni direzione fasci di luce di ogni colore che accendono e colorano le nubi, il cielo, gli alberi, la folla. Si ferma per alcuni momenti poi riprende, si ferma ancora e poi ricomincia come prima. Ad un tratto sembra che si stacchi dal cielo per precipitare sulla folla che assisteva terrorizzata, cadeva in ginocchio, invocava misericordia. Intanto i bambini videro accanto al sole la Madonna vestita di bianco col manto azzurro, S. Giuseppe col Bambino che benedicevano il mondo. Poi dopo questa visione videro il Signore che benediceva il mondo, con accanto la Madonna Addolorata. Svanita questa visione videro la Madonna del Carmelo. Terminato il miracolo la gente si accorse di avere gli abiti completamente asciutti.

SESTA RIVELAZIONE

ATTENTATO AL PAPA: LA VERGINE MARIA IL “13” MAGGIO DEVIA IL COLPO INFLITTO AL PAPA DA ALI’ AGCA IN PIAZZA SAN PIETRO.

ANNUNCIA IN QUESTO MODO LA CADUTA DELLA VECCHIA CHIESA

CITTA' DEL VATICANO

“Mercoledì 13 maggio 1981, in piazza San Pietro a Roma, Giovanni Paolo II su di una vettura scoperta per due volte fa il giro del sagrato. Sono le ore 17,17 tra le teste dei fedeli spunta una pistola. Il killer in agguato spara due colpi. Un primo proiettile spezza l'indice della mano sinistra del pontefice e gli penetra profondamente nel ventre. La seconda pallottola lo colpisce di striscio al gomito e, rimbalzando, ferisce leggermente due pellegrine americane. La veste bianca del papa si macchia di sangue. In fretta Giovanni Paolo II viene ricoverato agonizzante al policlinico Gemelli: resterà in camera operatoria per più di cinque ore. Un'operazione delicatissima per quel proiettile, perforandogli l'addome ha perforato l'osso sacro, tranciando in più punti l'intestino. L'attentatore, braccato dalla folla, è un turco, Ali Agca, un musulmano fanatico implicato nel traffico di stupefacenti”.

A distanza di tanti anni conosciamo le conseguenze che tale avvenimento ha portato nella vita del nostro Pontefice. Ricordiamo le polemiche, le ipotesi talora confermate o smentite che esso ha originato soprattutto in merito alla data del 13 Maggio. Sappiamo anche che Giovanni Paolo II ha donato alla Madonna di Fatima il proiettile con il quale è stato colpito a morte e che è stato posto al centro della corona con la quale la Madonna è incoronata. Un gesto certamente di gratitudine ma che fa anche molto riflette su un intervento della Madonna operato certamente sul Papa come uomo ma in particolar modo sul simbolo che egli rappresenta e cioè la Chiesa. Una Chiesa sulla quale Maria mostra la sua attenzione per quel cammino da lei stessa inaugurato il giorno di Pentecoste. Una Chiesa dunque solo ferita ma che senza l'intervento della Vergine Maria avrebbe già vissuto la sua decadenza e la sua rovina. La Vergine Santa, con il suo pellegrinaggio terreno si sta avvicinando ai suoi figli per prepararli al Nuovo Regno Millenario di pace. Sta portando avanti la missione per la quale è nata nella mente di Dio, una missione che fra poco si avvia anche a conclusione con la chiamata di quanti la seguiranno nel nome di suo figlio Gesù Cristo. Ella ci sta facendo comprendere che senza la Chiesa non vi è salvezza. La Madonna tuttavia si riferisce ad una Chiesa rinnovata, rinnovata nella fede e nell'amore che porta a vivere un atteggiamento nuovo di figli verso il Padre. Non più una chiesa di facciata ma una chiesa purificata dalla presenza dello Spirito Santo al quale dobbiamo aprire tutto il nostro essere. Una svolta decisiva dunque della propria esistenza che ci vede sempre in cammino con Cristo perché abbiamo scelto finalmente di essere veri cristiani. Molti sono i chiamati ma forse pochi gli eletti se il nostro non sarà un “SI” definitivo alla chiamata di Maria. Quello che stiamo vivendo è l'ultimo atto della “donna vestita di sole”,e cioè della Vergine della Rivelazione degli ultimi tempi, che ci sta conducendo nella Nuova Gerusalemme preparata per noi dai nostri padri. Nei messaggi, la Vergine Maria ci invita alla preghiera costante, alla recita quotidiana del Santo Rosario, alla confessione per la remissione dei peccati, alla Santa Messa quotidiana per non perdere la grazia che è l'unico dono che inalterato ci condurrà nel nuovo Regno d'amore e di pace.

SETTIMA RIVELAZIONE

MORTE DI LUCIA, SUORA CARMELITANA DI COIMBRIA DEPOSITARIA DEI TRE SEGRETI DI FATIMA, AVVENUTA IL “13” FEBBRAIO 2005 E MORTE DEL SANTO PADRE CHE CONCLUDONO IL CICLO DELLE RIVELAZIONI MARIANE PER QUESTA CHIESA.

Lucia, la terza dei tre veggenti che a Fatima ricevettero le rivelazioni dalla Vergine Santa dal 13 maggio al 13 ottobre 1917, è morta il 13 febbraio 2005. Si chiude con la sua morte un ciclo di apparizioni mariane che hanno avuto in un periodo di 87 anni risonanza sia a livello storico (tutte le profezie si sono avverate) che a livello ecclesiastico in quanto anche la nostra Chiesa, nella persona di Sua Santità Paolo II, avendo consacrato la Russia al cuore immacolato di Maria, ha portato a compimento un desiderio della Vergine Santa espresso a Lucia in uno dei suoi messaggi. La morte di Lucia avvenuta il giorno “13” decreta simbolicamente il passaggio delle rivelazioni da Lucia (nata il 22-03) ad Antonio (nato il 22-03) e da Nostra Signora di Fatima alla Vergine della Rivelazione degli ultimi tempi che sta preparando i suoi figli non solo a vivere il Regno d’amore e di pace ma a viverlo secondo un calendario nuovo che rispetta finalmente i tempi di Dio (VEDI CALENDARIO MISTICO).

CONCLUSIONE

A DISTANZA DI PIU’ DI DUEMILA ANNI IL MISTERO DEL “13” NON E’ PIU’ UN MISTERO E’ UNA REALTA’. ESSO HA RAPPRENTATO FIN QUI LA MISSIONE DELLA CHIESA NEL MONDO, GUIDATA DALLO SPIRITO SANTO E DALLA VERGINE MARIA CHE ESSENDONE LA MADRE, PER VOLERE DI DIO, E’ CAPACE DI DIFENDERE I SUOI FIGLI DAGLI ATTACCHI DI SATANA DEVIANDONE I COLPI MORTALI.

HOME-PAGE