La Madonna è apparsa ad Antonio il 25 febbraio 2001 nel Santuario di San Lazzaro in Capua (Caserta) definendosi “Vergine della Rivelazione degli ultimi tempi”.

Ha chiesto la diffusione del Santo Rosario in tutto il mondo per meditare sulla passione di Gesù e due cenacoli di preghiera da tenersi nel Santuario il primo e il terzo martedì del mese.





Home

Biografia di Antonio

Le Prime Apparizioni

Newsletter della Madonna

Contatti

Richieste di Preghiere

Storia delle apparizioni della Vergine degli ultimi tempi


Nella città di Capua in Provincia di Caserta esiste un piccolo Santuario intitolato a San Lazzaro che viene aperto solo la Domenica per la celebrazione della Santa Messa. Trovasi lontano dal centro abitato e solo una volta all'anno, nel periodo di Pentecoste, viene visitato da pellegrini provenienti dai paesi limitrofi che ancora conservano un'antica venerazione per il  Santo che ha operato molti miracoli come dagli ex voto che si possono ammirare all'interno del Santuario. Antonio, che nel 2000 si trovava in “cassa integrazione” ricevette dal Parroco, le chiavi del Santuario per tenerlo aperto tutti i giorni con le mansioni di sacrestano. Il 25/02/2001, mentre era intento a preparare l'altare sentì una voce dolcissima che gli disse: non temere, sono la Vergine della rivelazione degli ultimi tempi. Si voltò e vide sulla sinistra del tabernacolo del Santuario, una figura femminile di uno splendore eccezionale. Era vestita di azzurro e aveva un manto color crema che coprendo i capelli scendeva fino ai piedi. Aveva sulla testa una corona di dodici stelle, era circondata da milioni di angioletti. Ella gli disse: Sono la Vergine della rivelazione degli ultimi tempi.  Antonio stupito si trovò inginocchiato e si mise a pregare. Altre apparizioni seguirono ed in quelle successive la Vergine Santa chiese due cenacoli di preghiera da tenersi in quel Santuario il primo e il terzo martedì del mese, per meditare, attraverso la recita del Santo Rosario, sulla passione di Gesù. Antonio custodiva questo desiderio della Vergine Santa nel suo cuore, fino a quando la Madonna stessa, il 25/12/2001 non lo autorizzò a confidare al Sacerdote del Santuario le Sue richieste. La cosa avvenne l’11 gennaio 2002. Il Sacerdote lo ascoltò attentamente e senza commentare lo invitò a recarsi dal Vescovo per aggiornarlo sugli avvenimenti straordinari. L'incontro avvenne il 12 gennaio 2002. In quella sede, il Vescovo, senza esprimersi in merito alle apparizioni mariane, autorizzò i cenacoli di preghiera nel Santuario di San Lazzaro che ebbero inizio il 19/02/2002. Nel frattempo, su invito della Madonna, si procedeva alla realizzazione del quadro che la ritraeva così come era apparsa ad Antonio, che avrebbe dovuto essere collocato all’interno del Santuario, come di concerto con il Sacerdote. Il 19/03/2003 il Santuario venne chiuso per ristrutturazione. L’ 11/06/2003, per ordine della Vergine Santa venne consegnata all’ Arcivescovo di Capua e successivamente al Sacerdote del Santuario una relazione scritta a mano, contenente le richieste da Lei fatte ad Antonio. Con la riapertura del Santuario il 21/05/2004 a conclusione dei lavori, non vennero ivi consentiti i cenacoli di preghiera, né fu permesso l’ingresso del quadro della Vergine della Rivelazione degli ultimi tempi, ormai terminato. Nell’incontro di preghiera del 18/01/2005 la Vergine Santa chiese la “quattordicina”,  un periodo di intensa preghiera, dal 12 al 25 febbraio di ogni anno, nel cuore della Quaresima, chiedendo che in questo  tempo di quattordici giorni, si partecipasse alla Santa Messa quotidiana,  si recitasse  il Santo Rosario dinanzi alla Sua immagine meditando  ogni giorno una delle stazioni della via Crucis.
Gli incontri di preghiera del primo e terzo martedì del mese richiesti dalla Madonna  continuano tuttora, in Capua (Caserta) in una casa privata dove è custodito il quadro della Madonna . 

HOME-PAGE