Giorno 25 febbraio

La Passione di Cristo XIV STAZIONE

Gesù è deposto nel sepolcro

Dal Vangelo secondo Marco (15, 46-47)

“Giuseppe d’Arimatea, avvolto il corpo di Gesù in un lenzuolo, lo depose in un sepolcro scavato nella roccia. Poi fece rotolare un masso contro l’entrata del sepolcro. Intanto Maria di Magdala e Maria Madre di Joses stavano ad osservare dove veniva deposto.”

O Gesù, è il momento doloroso del distacco, è l’ora della sepoltura. Per tua Madre è necessario lasciare quel figlio tanto amato alle cure delle due Marie a cui tu avevi cambiato la vita, perdonando i loro peccati. Esse compiono, per te, l’ultimo gesto di amore avvolgendoti nel lenzuolo dopo aver unto il tuo martoriato corpo con oli profumati. Signore, dona anche a noi peccatori la gioia della riconciliazione e del perdono e resta nei nostri cuori per rafforzarli con il dono della speranza futura. Sii il nostro Maestro, e fà di noi i tuoi discepoli prediletti, capaci di lasciare ogni cosa, per seguirti sulla strada dell’amore e del perdono. Con l’aiuto della Vergine Maria, tua dolcissima Madre, facci comprendere che non vi è altra strada per la salvezza se non la tua stessa strada, che quantunque dolorosa, porta fino al cuore di Dio.

Vergine degli ultimi tempi, aiutaci a riscoprire il sepolcro come momento di redenzione e a considerare la morte come offerta di sé per essere accolti nella luce di Dio per sempre e godere della contemplazione del suo volto. Amen

Preghiera finale

O Gesù, in questi quattordici giorni abbiamo ripercorso il tuo calvario doloroso, durante il quale sei stato tradito, rinnegato, umiliato, offeso, caricato della croce. Per amore nostro tutto hai sopportato in silenzio: gli insulti, gli sputi, la corona di spine. Pilato ti ha consegnato alla folla torturato e massacrato dicendo: Ecco l’uomo!, ma tu non sei solo uomo, sei anche Dio, il nostro Dio, che attraverso la Vergine Santa si è fatto carne per divenire umile tra gli umili e povero tra i poveri. Il tuo sangue è diventato lavacro per i nostri peccati. Fà, o Signore, che durante la nostra vita terrena, tu possa essere il centro di tutto il nostro impegno cristiano, concedici di guardare alla croce come unico mezzo di salvezza e di redenzione. Amen

Vergine degli ultimi tempi grazie per averci accompagnati in questa meditazione, ottienici da Gesù le grazie necessarie per l’anima nostra, donaci la speranza di saperti sempre accanto a noi nei momenti difficili, nelle cadute frequenti e dona ai nostri cuori la speranza della vita eterna. Amen.

Prega il Santo Rosario on line  

HOME-PAGE

http://www.verginedegliultimitempi.com