Giorno 17 febbraio

La Passione di Cristo VI STAZIONE

Gesù asciugato dalla Veronica

Dal libro del profeta Isaia (53,2-3)

“Non ha apparenza né bellezza per attirare i nostri sguardi, non splendore per potercene compiacere. Disprezzato e reietto dagli uomini, uomo dei dolori che ben conosce il patire, come uno davanti al quale ci si copre la faccia”

O Gesù, la tradizione popolare ci ha tramandato il gesto d’amore di una donna che vedendoti nella folla non ha potuto evitare di farsi largo per giungere fino a te e asciugare il tuo volto intriso di sudore e di sangue. Lei ha saputo guardare oltre quell’immagine, ha saputo riconoscere in te l’amore che dona forza alla sofferenza. Tu hai risposto a quel gesto imprimendo il tuo volto sul telo per lasciarle non solo la tua immagine, ma l’eterna gratitudine a quanti rivolgono il loro sguardo ai bisognosi per soccorrerli ed aiutarli. Signore, donaci l’amore per aiutare i piccoli, gli ultimi, quelli che il mondo emargina e rifiuta. Sostieni quanti con coraggio lasciano le loro radici, le famiglie, per raggiungere i paesi lontani e lasciare agli altri il segno della tua presenza, attraverso il dono della carità e della condivisione. Fa che anche le nostre mani diventino mani pietose capaci di asciugare le lacrime di tanti fratelli segnati dalla sofferenza e dalla malattia per donare loro una goccia di sollievo nel grande mare dell’abbandono.

Vergine degli ultimi tempi, ci affidiamo a te per riconoscere nel volto dei fratelli sofferenti lo stesso volto di Gesù. Donaci la forza di squarciare il velo dell’indifferenza che fa chiudere tante porte e tanti cuori che finiscono con l’inaridirsi se non irrigati dalla gioia del donarsi. Amen.

Prega il Santo Rosario on line  

HOME-PAGE